TONY MILLS – ‘Beyond The Law’ recensione a cura di Martino Brambilla Pisoni della redazione di LOUD AND PROUD ITALY

“…sono grato alle persone attorno a me che sono state coinvolte nel mio ultimo album, ‘Beyond The Law’, il quale sarà, ovviamente, il mio ultimo lavoro come artista”. Purtroppo il destino ha scelto così, e si sa che la partita a carte col fato – il più delle volte – è persa in partenza. Vogliamo però dirvi una cosa: questa sarà una normale recensione. Non siamo impazziti o diventati duri e insensibili come pietre, no… anzi. Crediamo che il modo migliore per ricordare un artista salito troppo presto in cielo sia proprio la sua musica e, in questo caso, la sua voce. Una voce ruvida ma celestiale allo stesso tempo, una voce che starà dilettando qualche angelo rilassato su di una mordiba nuvoletta lassù, in alto dove si perdono le vibrazioni che spiccano un salto infinito dal nostro cuore fino alla volta celeste. Parliamo di ‘Beyond The Law’ quindi, un album speciale sotto tanti punti di vista, a cominciare dalla sua piacevole eterogeneità. Ogni brano racconta una spezzato di quella vita criminale che sconvolse gli Stati Uniti negli anni Trenta, e lo fa con una curiosità che si insinua in ogni anfratto dell’intero universo hard rock. La voce di Tony ovviamente è la Cadillac tirata a lucido su cui viaggiamo per inoltrarci nei pericolossimi territori della Mala italo-americana, tra brani più ariosi (l’opener ‘The Westside’ e la trascinante ‘Crackin Foxy’) ed altri più riflessivi e malinconici (‘Bonnies Farwell’). Pensate ad una versione americanizzata degli ultimi Uriah Heep e avrete un’idea di quanto suoni colorato e frizzante l’intero lavoro, che vede la partecipazione – tra gli altri – di mostri sacri del genere come Tommy Denander (Alice Cooper), Peter Newdeck (Midnite City) e Patrick McKenna (Shy). Il modo migliore per salutare un’ultima volta Tony Mills è proprio questo: tapparsi il naso ed immergersi senza pensieri nella sua ultima opera, un testamento musicale che unirà migliaia di eredi in giro per il mondo. Potremmo mai godere di un lascito migliore? Buon viaggio Tony!

Tracklist;
01. The Westside
02. Beyond The Law
03. Running Guns
04. F.B.I.
05. Black Sedan
06. We Sold Your City
07. Crackin’ Foxy
08. Bonnie’s Farewell
09. Code Of Silence
10. Gunfire

Line-up:
Tony Mills – voce
Tommy Denander – chitarra, tastiere
Linda Mills – basso
Toine Vanderlinden – basso
Josh ‘ Tabbie’ Williams – basso
Tony Forsythe – basso
Patrick McKenna – piano
Chris Aldridge – sax
Pete Newdeck – batteria, cori

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial