Gli Elysium sono una band symphonic metal italiana e Labyrinth of Fallen Angels e il loro primo full-length in carriera. Il disco fa seguito al buon esordio con l’EP Symphony of a Forest e presenta una proposta più solida rispetto al suo predecessore.

Lo stile della band è principalmente improntato sul melodico e ruota attorno al timbro caldo e avvolgente della vocalist Daphne Nisi; quest’ultima riesce ad esprimere l’intenzione compositiva del gruppo navigando attraverso una moltitudine di influenze che vanno a lambire persino gothic e folk metal. L’approccio degli Elysium a questa seconda pubblicazione ufficiale è estremamente cauto: anche se non mancano dei segmenti particolarmente ispirati i sei musicisti nostrani adattano la loro interpretazione alle caratteristiche classiche del symphonic, muovendosi dunque in un terreno con una percentuale di rischio piuttosto bassa. Nonostante ciò, la band ha interiorizzato a sufficienza i canoni del genere trattato e mostra una certa sicurezza nel portare avanti quella che è la propria visione. Le ritmiche su cui sono costruiti i brani risultano abbastanza accattivanti da catturare l’attenzione, e più in generale l’intera tracklist si fa ascoltare senza particolari problemi. La qualità con cui Labyrinth of Fallen Angels è stato impacchettato dal punto di vista della produzione tecnica gioca poi un ruolo determinante: ogni brano è sviluppato in maniera cristallina, e ciascuno strumento ha il suo spazio nella composizione. In un sottogenere del metal che spesso predilige opere dai tratti più marcati e con una quantità di elementi tendenti all’esagerazione, il primo full-length di questa formazione italiana riesce a colpire nel segno con la sua natura diretta e determinata in grado di raccontarsi senza troppi giri di parole. L’augurio che ci facciamo da fruitori del metal a 360 gradi è che la band possa impreziosire i futuri lavori con una personalità sempre più spiccata, rendendo finalmente netta la differenza tra la propria realtà e quella di band che non riescono ad uscire dal mero citazionismo.

 
Voto: 75/100

Francesco

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial