AOR di grande qualità dall’Italia. Difficile iniziare questa recensione in maniera diversa, perchè l’ascolto del nuovo album dei Perfect View su di me ha avuto un effetto magico, facendomi passare qualche decina di minuti in compagnia di una bella colonna sonora. In particolare, questo album me lo sono goduto in automobile, e devo dire che ancora adesso spesso lo ascolto con piacere. Quando le giornate si rivelano un po’ complicate, quando qualcosa va storto e quando quel senso di malinconia mi assale, metto in sottofondo “Timeless” e tutto sembra più leggero… A parte questa introduzione personale, l’album in questione si presenta come il classico prodotto a cavallo tra hard rock più sanguigno e hard rock “di classe”, con grandi aperture melodiche e grande attenzione per ogni dettaglio, che viene soprattutto focalizzato sul cercare di fornire a chi ascolta un prodotto con belle canzoni, e non una semplice e banale raccolta di riff e di tediosa tecnica. Potremmo anche dire che questo è anche presente in questo album, ma è molto ben dosato e messo al servizio di canzoni davvero convincenti. “Stop Me,Kill Me,Leave Me”, Shades Of Us”, Promises, “Lorelei” e “Let It Go” sono dei grandissimi pezzi, ben suonati, con un sound ottimo e una prestazione complessiva dei musicisti da manuale del rocker di razza. La formazione che ha dato vita a questo bell’album è formata dai seguenti elementi: Francesco Cataldo (Chitarre e Cori), Frank Paulis (Basso e Cori), Luke Ferraresi (Batteria), Marco Tedeschi (Tastiere) e Marco Ciancio (Voce). Tutti si dimostrano all’altezza, e anche oltre, ma secondo me il vero mattatore del disco è il cantante Marco Ciancio, che si propone con una timbrica morbida ma molto versatile, e ciò è dimostrato dalle frequentissime tonalità alte che raggiunge. Ma anche in questo caso, non parliamo di sterili vocalizzi, ma di sentite interpretazioni, che sono supportate dalla sua tecnica di primo livello. E anche il lavoro delle chitarre è prezioso e ricco di sfumature, sia quando si alza il livello di energia, sia quando si abbassano un po’ le luci e queste diventano più soffuse e tenui. Un bellissimo lavoro di hard rock melodico che accontenterà molti nostalgici di questo genere, che ha avuto le sue principali fortune alcuni decenni fa, ma che anche oggi sa dire la sua tramite ottimi artisti come i Perfect View.
Voto: 8/10
Salvatore Drugo
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial