Gli Elysium sono una band italiana formarsi nel 2013 e il loro stile è abbastanza facile da riconoscere grazie all’utilizzo di strumenti appartenenti al mondo della musica classica, in aggiunta a chitarre potenti e company. Non da meno, l’intento di fare un gothic più sinfonico con sprazzi di folk, insomma un progetto mica da ridere, ma che questi ragazzi stanno portando avanti a testa alta. Ecco quindi finalmente l’album di debutto Labyrinth of fallen Angels, ampiamente riconoscibile da una cover dai colori chiari, semplice ma chiara e coerente.

Le canzoni che compongono questa fatica hanno tutte un fil rouge attraverso il quale possiamo facilmente riconoscere l’espressività della band stessa.
Partiamo con Black Hole, impetuosa, da subito molto orecchiabile e intensa; Evanescent ha un sound più accattivante, sebbene non sia particolarmente originale.
Before the end e Turn Around possiedeno entrambe chiari elementi folk, inoltre per alcuni versi si accostano molto allo stile dei Within Temptation, almeno a quelli di qualche anno fa.
Fight for all your Love è un pò più heavy, le chitarre si fanno ben sentire donando al pezzo un’atmosfera più energica; Close to you è una classica ballad che fa sempre capolino in un disco; Siren è un bel brano in cui si intrecciano bene il violino alle chitarre, il risultato è di una buona intensità anche grazie a un ritornello catchy.
Higher state è una delle migliori tracce dell’opera: il livello tecnico è alto, la voce di Daphne mostra la sua versatilità, la melodia è ricercata e l’uso dei vari strumenti crea una bella coesione nel suo complesso.
Nobody knows possiede un’atmosfera a tratti introspettiva, appare diretta, forse un pò arrabbiata.
Si conclude con Here I am, altro bell’esempio di come aggiungere un tocco di folk possa comunque portare a della musica potente e piacevole.
A mio parere gli Elysium hanno fatto un buon lavoro, soprattutto se consideriamo il fatto che è il primo. Credo non sia facile comporre musica di questo tipo e con le idee così chiare. Il sound della band si sta delineando e, con il passare del tempo e l’accumulo di esperienza, questo permetterà loro di essere ben riconoscibili rispetto ad altri. Tra l’altro, è vero che in alcuni momenti ho percepito chiaramente da chi prendono ispirazione, ma credo che la band abbia ben in chiaro cosa e come fare musica. Ho una mezza idea che nei paesi nord europei o comunque in Germania, Olanda e Belgio, gli Elysium potrebbero piacere parecchio. Vedremo. Comunque sia, vi consiglio con piacere questo Labyrinth of Fallen Angels.

 

Track by Track

  1. Black Hole 70
  2. Evanescent 70
  3. Before The End 70
  4. Turn Around 70
  5. Fight For All Your Love 70
  6. Close To You 70
  7. Siren 70
  8. Higher State 75
  9. Nobody Knows 70
  10. Here I Am 75

 

Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica:  90

 

Giudizio Finale

72

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial