Finalmente le chiacchiere si azzerano ed è la musica a parlare. Annunciato a più riprese è finalmente disponibile l’album degli Elysium, band originaria di Orvieto attorno alla quale si era creata una spasmodica attesa, giustificata in parte dalla bella impressione trasmessa con gli antipasti di rito. Innanzitutto va detto che “Labyrinth of Fallen Angels” è un album talmente curato che a molti sembrerà di trovarsi di fronte ad un progetto longevo e navigato. Cosi’ non è, quindi il valore aggiunto è da considerarsi compreso a prescindere. Mettiamola cosi’, in un eventuale ballo delle debuttanti gli Elysium sarebbero la ragazza piu’ carina ed ambita tra quelle disponibili. Registrato in diversi studi l’album si apre con “Black Hole”, una sorta di tragica e romantica colonna sonora dove tastiere e chitarre duellano per conquistarsi la splendida voce della narratrice, quella Daphne Nisi che si rivelerà autrice di una prova di altissimo livello. “Evanescent” è tumultuosa, quasi tachicardica mentre “Before the End” (probabilmente il prossimo singolo) ha l’appeal della canzone che una volta ascoltata ti spinge ad ascoltare tutto il disco. Gli Elysium sono sinfonici, power, prog e rock allo stesso tempo senza necessariamente dipendere da una in particolare di questa nomenclature. “Turn Around” è il primo momento soft del lotto, giocato su melodie accattivanti ed avvolto da un delicato corredo ricamato da violini e pianoforte. “Fight for All Your Love” innesca una spirale di forti emozioni rafforzate dalla seguente “Close to You”. Da brividi l’introduttiva parte strumentale di “Siren”, dove le migliori cose di Savatage e Shadow Gallery si intersecano in favore di atmosfere astratte e sognanti. Un album che non poteva non concludersi con una serie di fuochi d’artificio visibili da oltre la linea dell’orizzonte. “Higher State”, “Nobody Knows” ma soprattutto “Here I Am” (dove il metal incontra il Rondò Veneziano, ascoltare per credere) mettono un fiocco dorato su un album che è pura armonia tradotta in musica. Per chi gli avesse già messo gli occhi addosso qualche settimana fa sappiate che gli Elysium sono una promessa più che mantenuta. A tutti gli altri non resta che fare proprio questo “Labyrinth of Fallen Angels” e godere della grandezza made in Italy. Sorprendenti.

80/100

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial